BP aprile pasqua
Fisco, Contabilità e Paghe14 aprile, 2022

Vacanze di Pasqua, ognuno a modo suo

La Pasqua si avvicina e questo significa soprattutto una cosa: è il momento di un piccolo stacco. E dopo due anni, finalmente, possiamo vivere una Pasqua come si deve! Ricordate? Un week-end lontano da casa, una gita fuori porta, un pranzo al ristorante, un pic-nic… quante cose ci siamo disabituati a fare? È senz’altro il momento di recuperare.

Ognuno a modo suo. Sì perché siamo tutti diversi, anche per quanto riguarda i momenti di svago e di relax. Esattamente come siamo diversi sul luogo di lavoro. Forse vi chiederete cosa intendiamo dire: siamo qui per spiegarvelo.

Avete mai sentito parlare di commercialista pratico e commercialista collaborativo? Si tratta di due tipologie, anzi, di due veri e propri archetipi della professione di commercialista.

Il commercialista pratico tendenzialmente interviene nel gruppo per dare il proprio contributo solo quando è sicuro al cento per cento di quello che dice: in modo pratico, focalizzato, competente. Non è certo un tipo che si perde in fronzoli e convenevoli. È tempestivo e presente e agisce soprattutto spinto da razionalità e funzionalità.

Il commercialista collaborativo è, invece, sempre in prima linea a dare risposte ai propri colleghi, aiutarli a trovare delle soluzioni e soprattutto a condividere esperienze, positive o negative che siano. Dotato di un’attitudine generosa e aperta, condivide nozioni e risorse che possono risultare utili a tutti.

Cos’hanno in comune le due tipologie? Bisogno di relax, soprattutto dopo questi ultimi due anni! Ecco perché vogliamo dare dei piccoli suggerimenti, all’uno o all’altro, su come trascorrere delle feste serene, rilassanti e perché no, sorprendenti.

Sì, perché quello che vi auguriamo per questa Pasqua è proprio di sorprendervi o di lasciarvi sorprendere. Come? Superando i vostri “limiti”, in questo, seppur breve periodo di stacco. Molto spesso, infatti, pensiamo che per staccare basti fare semplicemente quello che più ci piace. Insomma, anche nel relax esiste una sorta di comfort zone (altrimenti che relax sarebbe? Direte voi).

Eppure non esiste niente che regali più stacco di una nuova esperienza. O di un nuovo modo di vedere le cose, tra cui anche le vacanze. Perché “staccare la testa” è veramente la cosa più difficile, soprattutto quando si fa un lavoro come il vostro in cui è costantemente richiesto un livello di attenzione molto elevato, nei confronti dei vostri clienti, ma anche del mondo esterno che cambia in continuazione.

E allora perché non provarci?

Partiamo da te, commercialista pratico. La razionalità è in assoluto il tuo punto di forza, esattamente come il tuo essere sempre presente all’insorgere di un problema. Insomma: tenere tutto sotto controllo è la tua missione e lo fai benissimo. In queste vacanze prova a lasciarti andare, fai qualcosa che non hai mai fatto o non avresti mai pensato di fare. Un trekking particolare, un paio di giorni in un glamping (esatto, esistono dei campeggi di lusso!) a guardare le stelle, un giro a cavallo se non ci sei mai salito. O perché no, passa qualche giorno in una città piena di colori, come Napoli, Marsiglia, Tangeri. Luoghi in cui letteralmente non si dorme mai, perché brulicano di vita, socialità, e in cui spesso è solo la condizione del mare a dettare lo stato d’animo di chi li abita. Fermati a sentire i suoni, assaggia cibi che non hai mai provato, osserva il colore del cielo. Lasciati stupire dal fatto di non avere tutto sotto controllo. Ti caricherà al massimo e tornerai ancora più forte e pratico di prima. Ma arricchito. E se poi ti andrà… lo potrai rifare!

Ora tocca a te, commercialista collaborativo. Credi nella condivisione, nell’aiuto, e nell’idea di team, nel lavoro come nella vita. È un pensiero nobile e giusto, perché solo con la compartecipazione possiamo veramente andare lontano. Però per ricaricare le pile forse serve un pochino di stacco da tutta questa socialità. Perché a volte, per ascoltare gli altri, trascuri un po’ l’ascolto di te stesso. Quello che ti consigliamo per queste vacanze di Pasqua è di viziarti un po’, di regalarti un’esperienza da fare da solo o con le persone più strette. Di staccare da chiamate, smartphone, tablet, chat di gruppo e di pensare a quello che ti fa stare bene, dedicarti del tempo senza dover essere sempre il problem solver della situazione. Regalati un po’ di sano relax: una bella spa, qualche massaggio, diversi pisolini, cose buone da mangiare, letture piacevoli, un bel film in quel cinema in cui non vai da una vita. Un po’ di silenzio, per rigenerarti e tornare più collaborativo che mai. Ti stupirà quello che può fare dedicarsi anche solo pochi giorni.

Quindi, che siate pratici o collaborativi, tutto quello che dovete fare ora è godervi qualche giorno di riposo. Ce la farete? È una bella sfida.

Ma a voi le sfide piacciono, lo sappiamo.
blog

Visita il Blog per i Professionisti Digitali


Idee pratiche e nuove tecnologie per migliorare il tuo modo di lavorare.

blog

Visita il Blog per i Professionisti Digitali


Idee pratiche e nuove tecnologie per migliorare il tuo modo di lavorare.

Back To Top