business people meeting in conference room
Finanza e Gestione19 ottobre, 2022

Il CFO e la Digital Transformation nel 2023

Leggi il blog e scopri quali azioni può mettere in campo il CFO per migliorare il processo di consolidamento e close. 

Nonostante il processo di consolidamento sia al centro del reporting statutario, dell’informativa obbligatoria, gestionale, regolamentare e sulla performance, i risultati di una ricerca condotta da FSN nel 2022 dimostrano che molte organizzazioni non sono preparate ad affrontare il cambiamento e i nuovi requisiti di informativa nell'era post-pandemia. 
Con meno del 50% delle iniziative di automazione che raggiungono gli obiettivi prefissati, ma con volumi di dati che sembrano sfuggire dal controllo e la promessa di ulteriori cambiamenti normativi in materia di reporting, c'è una necessità sempre più urgente di muoversi verso un cambiamento.

Quindi la domanda principale è: quali azioni metteranno in campo i CFO nel 2023 per garantire che i processi siano adeguati alle esigenze future e per rispondere più efficacemente alle pressioni di mercato? 

È una domanda relativamente semplice da porre, a cui però non è assolutamente facile rispondere, anche per un processo consolidato come il reporting finanziario.

Normalmente, una risposta efficace si basa su tutti gli aspetti di un'organizzazione, tra cui l'onere dei sistemi preesistenti, la gestione della qualità dei dati, le competenze, le risorse, l'allineamento strategico e il sostegno dei C-level. Non esiste un progetto standardizzato per il successo perché ogni organizzazione inizia il suo percorso di trasformazione da un punto di partenza diverso. Tuttavia, esistono alcuni presupposti fondamentali.

Digital Transformation, parte 1: conoscere i sistemi preesistenti 

L’Area Finance sa che le aziende stanno entrando in un'era in cui la richiesta di informazioni sarà sempre più pressante e veloce. Per stare al passo con le nuove sfide digitali e con questa incessante richiesta di informazioni, è necessario eliminare la tecnologia che non è all’altezza delle nuove esigenze e dotarci di software finance innovativi

Una valutazione onesta di ciò che ogni azienda ha a disposizione è un punto di partenza importante. Molte organizzazioni sono gravate da inutili complessità, molteplici strumenti con le stesse funzionalità, scarsi livelli di standardizzazione, dannose lacune nell'automazione e, per contro, le parti migliori sono spesso sottoutilizzate e sfruttate.

Digital Transformation, parte 2: colmare le lacune dell'automazione

I sistemi ERP (o di Financial Management) sono ancora centrali e fondamentali per la moderna funzione del finance, ma il loro scopo principale è quello di essere un sistema di registrazione. In quanto tali, non sono necessariamente adatti a cambiare la velocità e la trasmissione delle informazioni nel reporting finanziario. Le organizzazioni devono, quindi, pensare in modo diverso a come integrare l'ERP con ulteriori funzionalità necessarie ai flussi di lavoro, l’automazione dei processi robotizzati e, naturalmente, moderni sistemi di consolidamento finanziario. 
I sistemi CPM (Corporate Performance Management) offrono il vantaggio di un'ampia gamma di funzionalità specifiche in un unico ambiente, tra cui: un'estesa attività di reporting, analisi e gestione delle informazioni, oltre a budgeting, planning e forecasting.

Digital Transformation, parte 3: proteggere e controllare i dati 

La gestione e la governance della qualità dei dati stanno diventando la preoccupazione principale di molte organizzazioni, poiché la scarsa qualità degli stessi agisce come una sorta di freno al progresso e diventa una delle principali ragioni per cui le iniziative di miglioramento falliscono.

Le organizzazioni devono investire nel data lineage, comprendendo la fonte o le fonti di tutti i dati utilizzati nell'azienda e le loro relazioni. Ma per rendere l'azienda a prova di futuro è necessario che le architetture di dati siano estendibili su richiesta, in modo da rispondere alle nuove esigenze normative e di informazione che si presentano. Ciò richiede anche chiare linee di responsabilità e di proprietà dei dati.

I vantaggi saranno immediati: i team Finance hanno bisogno di approfondimenti, controllo e velocità dal consolidamento e il moderno CPM permette loro di ottenerli con l'integrazione dell'ERP (e di altri sistemi), la collaborazione in tempo reale con gli utenti e un reporting altamente flessibile. Il processo nel complesso risulterà più veloce, gli insight saranno immediati e il processo decisionale basato su dati certi.

Digital Transformation, parte 4: preparare l’organizzazione al cambiamento 

Il cambiamento aziendale è più difficile di quanto si immagini, eppure sono le persone, e non la sola tecnologia, a fare la differenza nel successo della Trasformazione Digitale. Rendere una trasformazione aziendale efficace nel tempo, significa allineare i cambiamenti proposti alla strategia dell'organizzazione e le persone sia al processo che tra di loro. Questo richiede un piano di cambiamento, un impegno importante a livello di comunicazione e un ampio coinvolgimento di una vasta gamma di stakeholder. In tutto questo, la componente IT può essere un potente alleato, aiutando a comprendere i vantaggi che ne derivano per l’organizzazione e contribuendo con risorse e competenze.  

Infine, i C-level devono essere completamente favorevole: comprendere il business case del cambiamento e il modo in cui questo andrà a risolvere i problemi che le aziende devono affrontare nell’immediato. È fondamentale, perciò, impostare una roadmap e una modalità di azione in cui i sistemi proposti e le modifiche ai processi permetteranno all’azienda di entrare nel futuro del business.  
  
Sarà anche un luogo comune, ma l'unica cosa prevedibile dell'attuale contesto aziendale è la sua imprevedibilità. Le aziende devono essere in grado di cambiare rotta in un istante. Ciò che devono fare è:

  • applicare moderne tecniche di automazione,
  • impegnarsi per una forte governance dei dati,
  • proporre costantemente la necessità di un cambiamento. 

Ogni riorganizzazione, ogni acquisizione/cessione, ogni successo o sfida aziendale avrà un impatto sul processo di consolidamento: il nuovo Office of Finance deve essere in grado di conoscere le performance di tutto il gruppo, dall'inizio alla fine. 
 

Guarda il webinar: Cosa possono fare di diverso i CFO nel 2022 per migliorare il processo di consolidamento finanziario? in cui discutiamo degli argomenti trattati in questo blog con Sofia Papadimitriou, Head of Global Processes in Group Finance di Nilfisk, Atul Mehta, Director of Global Record-to-Report Process di Mars, e Martin Watson, Director of Strategic Accounts di Wolters Kluwer CCH Tagetik.

Gary Simon
Chief Executive di FSN & Leader del Modern Finance Forum per i CFOs - FSN Publishing Limited

Gary Simon è docente e formatore su temi relativi al finance e ai sistemi aziendali per i CFO di tutto il mondo.
La maggior parte dell'esperienza professionale di Gary Simon è stata quella di senior consulting partner presso Deloitte, una delle più grandi aziende di professional service.

Soluzioni
CCH® Tagetik
Consolidamento e Closing Finanziario
Con il software CCH Tagetik Financial Close & Consolidation, gestiamo la complessità per rendere più rapide le chiusure.
Back To Top