TAAItaly-it-carburante-fattura-elettronica
ComplianceFisco, Contabilità e PagheFinanza e Gestione22 maggio, 2018

Addio scheda carburante, benvenuta fatturazione elettronica!

La legge Bilancio 2018 ha introdotto alcune misure per tracciare i pagamenti e limitare il più possibile la circolazione di contanti, in modo da contrastare in modo più efficace possibile il fenomeno dell’evasione fiscale.

Tra le operazioni controllate ci sono quelle riguardanti benzina e gasolio utilizzati come carburanti.
Ecco perché a partire dal 1° gennaio 2019 si passerà dalla scheda carburante alla fatturazione elettronica.

Cos’è e come funziona la scheda carburante

La scheda carburante, attualmente ancora in vigore, è stata introdotta dall’art. 2 della Legge n.31 del 21 febbraio 1977 come documentazione attestante gli acquisti di carburante per autotrazione effettuati esclusivamente presso i distributori stradali, per consentire la detrazione IVA e la deduzione fiscale del costo dal reddito di imprese e liberi professionisti. Un documento, insomma, sostitutivo della fattura!

La scheda carburante, che sia mensile o trimestrale, va regolarmente inserita nel registro degli acquisti. È necessario compilarne una per ogni autoveicolo (anche nel caso in cui non sia di proprietà dell’utilizzatore) ed è obbligatoria se si paga in contanti.

Questo è anche il motivo della sua imminente scomparsa: dal 1° gennaio, infatti, la scheda carburante sarà sostituita dalla fatturazione elettronica per aumentare la tracciabilità dei pagamenti e scoraggiare l’evasione fiscale.

Il passaggio alla fatturazione elettronica

A breve scatterà l'obbligo di fattura elettronica non solo per la Pubblica Amministrazione, ma per anche per i titolari di partita IVA. Le spese sostenute per l’acquisto di carburanti, insomma, potranno essere portate in deduzione e l’IVA in detrazione, ma solo e soltanto se il pagamento verrà effettuato con mezzi tracciabili: carte di credito, carte di debito, prepagate, bonifici ecc.

Pagare con mezzi diversi, per esempio in contanti, sarà ovviamente sempre possibile, ma non consentirà riflessi fiscali ai fini della detraibilità dell’IVA e della deducibilità del costo.

Fattura SMART per una gestione ancora più agile

L’adozione della fatturazione elettronica permetterà diversi vantaggi, tra cui il risparmio di tempo, la riduzione dei margini di errore e una digitalizzazione sempre più presente nel rapporto tra clienti e fornitori.

A supporto di tutto ciò, è disponibile il software di fatturazione online Fattura SMART, che permette al cliente di fatturare ed eseguire in modo guidato la consegna per la contabilizzazione in studio. Semplice, efficiente e sicuro. Insomma: SMART.