Finanza_agevolata_v1.png
Finanza e GestioneFisco, Contabilità e Paghe26 novembre, 2021

Finanza agevolata e industria 4.0. Che la Quarta Rivoluzione Industriale abbia inizio.

Negli ultimi mesi avrete senz’altro sentito parlare, più e più volte, del Piano Industria 4.0 e di finanza agevolata. Oggi vogliamo fare un po’ di chiarezza insieme, riguardo l’argomento e il futuro che ci aspetta.

Il pacchetto Industria 4.0 è stato pensato per accompagnare il tessuto imprenditoriale italiano a quella che già viene definita la Quarta Rivoluzione Industriale e che cambierà in maniera radicale il mondo del lavoro e le logiche produttive a livello mondiale. Insomma, si tratta di un progetto più che ambizioso, epocale.

Da alcuni anni anche il nostro Paese si è dotato del Piano Industria 4.0, gestito dal Ministero dello Sviluppo Economico, che prevede una serie di incentivi ed agevolazioni sugli investimenti, sia su beni strumentali che sul capitale umano.
Industria 4.0 si traduce quindi, sostanzialmente, in una serie di misure, incentivi economici e agevolazioni per lo sviluppo digitale delle imprese. Esatto, in una Finanza agevolata.

Il tema è centrale in questo momento in Italia, dove sta diventando sempre più importante accompagnare le imprese nel passaggio al digitale, un obiettivo che la maggior parte dell’imprenditoria vede ancora molto lontano e complicato (l’86,9% del totale delle aziende è tradizionale e non utilizza tecnologie 4.0!).

Vediamo più nel dettaglio in cosa consiste il Piano nei suoi punti chiave, quelli con Focus sulle agevolazioni.

1. Credito di imposta su beni strumentali 4.0
L’obiettivo è quello di supportare e incentivare le imprese che investono in beni strumentali nuovi, materiali e immateriali, funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi destinati a strutture produttive ubicate nel territorio dello Stato. Sono soggetti ad agevolazioni beni materiali 4.0 funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale, beni immateriali 4.0, beni materiali e immateriali non 4.0.

2. Formazione 4.0

L’obiettivo è quello di sostenere le imprese nel processo di trasformazione tecnologica e digitale creando o consolidando le competenze del personale nelle materie Industry 4.0. Possono beneficiarne piccole, medie e grandi imprese che abbiano erogato formazione corsi di formazione in linea con le materie 4.0 fino al 31 dicembre 2023.

3. Nuova Sabatini

L’obiettivo è quello di sostenere gli investimenti per l’acquisto o l’acquisizione in leasing di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo e hardware, nonché software e tecnologie digitali. Possono beneficiarne le micro, piccole e medie imprese (PMI).

La riuscita del Piano industria 4.0 dipenderà in larga misura dagli imprenditori e della loro capacità di cogliere incentivi e agevolazioni introdotte per la competitività e l’innovazione tecnologiche delle imprese italiane, ma un ruolo fondamentale è ricoperto dallo Stato.

Ma dipenderà anche da chi segue questi imprenditori, da un punto di vista fiscale e quindi sì, ancora una volta da voi, cari commercialisti.

Come sempre non vi lasceremo soli, ma ci premuniremo di fornirvi tutti gli strumenti tecnologici e i tool necessari ad agevolare flusso di lavoro e processi. Come sempre attraverso i nostri software innovativi, intuitivi e pieni di risorse.

Non ci resta che dire stay tuned… Anzi, ci rivedremo più presto di quanto non crediate!

Scarica l'infrografica
Finanza agevolata e Industria 4.0
Scopri le agevolazioni per le imprese italiane previste nel Piano Industria 4.0 e i criteri per accedervi!
Back To Top