ARKon_scritture_contabili
Compliance29 ottobre, 2021

ARKon e la conservazione delle scritture contabili

Ci sono Studi in cui la conservazione delle scritture contabili è un elemento importante all’interno del portafoglio dei servizi contabili offerti alla propria clientela.

Da sempre il tempo e i costi per riportare su carta le scritture contabili e fascicolarle sono stati la prima componente da sostenere per gli studi.
Molti però non tengono in considerazione degli innumerevoli faldoni archiviati che occupano un enorme quantità di spazio e i costi nel recuperare le scritture dall’archivio realizzato.

Si è sempre cercato strategie alternative per ridurre l’impegno e il tempo nella produzione dei documenti condividendo magari i pdf direttamente al cliente, con relativi oneri, oppure stamparli direttamente dal gestionale avendone una buona scorta con la data di emissione antecedente alla data obbligatoria ma solamente su carta su libro giornale con relative marche da bollo.

Già da questi processi, si comprende come non si risolvi completamente il problema di archiviazione ma anzi, con il tempo, possono risultare intralcianti rispetto ad altre attività a cui lo studio, o il cliente, dovrebbe dare maggiore priorità.

Molti studi però si sono dotati di soluzioni digitali valide che permettono di conservare a norma di legge le scritture contabili riducendo così i costi complessivi di conservazione e risparmiando sui costi di stampa e stoccaggio dei documenti.

Ma quale soluzione scegliere? Qual è quella che può farmi davvero risparmiare tempo e soldi? La risposta la troviamo con ARKon, l’archivio digitale per alleggerire gli onerosi archivi cartacei e massimizzare il proprio tempo che sarebbe stato impiegato per la produzione dei documenti archiviati.

Con ARKon potrete adottare la strategia migliore per la conservazione delle scritture contabili usufruendo di enormi vantaggi:

  1. Eliminare tutti i costi di stampa e stoccaggio delle scritture contabili. La conservazione digitale delle scritture contabili è pilotata dai software gestionali che le inviano alla procedura conservazione alcun ulteriore intervento da parte dell’operatore. No carta, no toner, no stampe da fascicolare.;
  2. L’archivio dematerializzato può essere consultato dal proprio posto di lavoro eliminando i costi di ricerca in archivio e di rimettere in ordine i documenti;
  3. L’imposta di bollo dove richiesto si paga una volta all’anno e con F24;
  4. La conservazione digitale garantisce l’inserimento automatico nella cartella del cliente del documento conservato, la sua immodificabilità riducendo i rischi in caso di verifiche, e soprattutto la leggibilità nel tempo.

In conclusione

Superando i metodi tradizionali con l’utilizzo di documenti cartacei e approcciandosi al mondo digitale, si possono finalmente adottare strategie vincenti per massimizzare al meglio la conservazione delle scritture contabili.

La soluzione che fa per te
ARKon
La soluzione digitale per alleggerire gli archivi cartacei. Consente la personalizzazione dei flussi documentali e la conservazione a norma di fatture elettroniche, ricevute e documenti.
La soluzione che fa per te
ARKon
La soluzione digitale per alleggerire gli archivi cartacei. Consente la personalizzazione dei flussi documentali e la conservazione a norma di fatture elettroniche, ricevute e documenti.
Back To Top